Cosa vedere

Se siete alla ricerca di un itinerario artistico-culturale, a poche decine di chilometri si trovano le città di Assisi, Spello e Spoleto; poco più distanti sono Perugia, Gubbio e Orvieto, tutte meritevoli di visita per il loro patrimonio artistico.


Montefalco

Per la sua incantevole posizione geografica, sul vertice di un ameno colle, che si erge al centro delle valli del Clitunno, del Topino e del Tevere, Montefalco è stata definita "Ringhiera dell'Umbria": nell campagne circostanti copiose sono le cantine vinicole dove è possibile degustare il sagrantino.


Castel Ritaldi

Pittoresco centro, probabilmente di origine italica, sorto sul luogo di un sito romano, attorno al 200 d.C: è situtato in posizione panoramica nella piccola Valle del Rovicciano. Parte del comprensorio comunale è coperta da magnifici uliveti che producono uno degli olii extravergini d'oliva più pregiati della regione.


Assisi

Antico borgo dell'Umbria,conosciuta per essere la città in cui nacquero, vissero e morirono San Francesco, patrono d'Italia, e Santa Chiara.
Si colloca sul versante occidentale del Monte Subasio, sulle valle dei due torrenti Chiascio e Topino. Un borgo dall'aspetto tipicamente medievale, come testimoniano le sue mura difensive ed i suoi monumenti e gli edifici più antichi.


Spello

Un botgo antico in cui si respira la storia. Partendo dalla parte meridionale avanzando fino alla Porta dell'Arce,si respirano le antiche presenze umbre, romane, medievali e rinascimentali.


Spoleto

Anche se nel tessuto urbanistico rimangono evidenti gli influssi dell' epoca romana,Spoleto mantiene sostanzialmente intatto il suo aspetto medioevale, dovuto al periodo in cui fu prima fiorente Ducato longobardo, e poi importante centro dello Stato pontificio.


Bevagna

Un tempo era nota anche per le tele pregiate che vi si producevano, tanto da essere chiamate "bevagne". Considerata fra i borghi più belli d'Italia, conobbe una certa prosperità durante l'epoca imperiale.Una delle mamifestazioni più impoertanti che si svolgono nel borgo è Il Mercato delle Gaite, lo scopo della manifestazione è quello di ricostruire con la maggiore attinenza storica e dovizia di particolari la vita quotidiana degli abitanti di Bevagna nel periodo compreso tra il 1250 e 1350.


Trevi

Famosa per le mille espressioni d'arte, di natura e di paesaggio che si trovano in ogni parte della città. Trevi propone trekking naturalistici tra la cittadina, le sue coste; passeggiate tra ulivi lungo il sentiero francescano che permetto di ammirare le "case sparse olivate", insediamenti rurali risalenti al 1400-1500 che testimoniano la cultura dell' olivo e la storia del posto.